blog fooddesign

Food Design: l’arte di impiattare

Food Design: l’arte di impiattare

La ristorazione è un ambito che sta acquisendo sempre più successo nel corso degli anni, questo grazie soprattutto alle numerose innovazioni e alle novità introdotte.

Ogni giorno grandi chef creano e realizzano ricette mozzafiato e davvero gustose, per cui la loro notorietà cresce molto rapidamente.

Molte persone che hanno una passione per la cucina, però, spesso sottovalutano e non considerano alcuni aspetti fondamentali che hanno grande importanza, uno tra questi è il food design.

Quello del food design è un termine che viene impiegato per indicare l’arte di impiattare, e più precisamente quella che permette di realizzare una portata unica e nel contempo deliziosa.

Si tratta quindi di un aspetto molto importante, che deve essere necessariamente considerato dai piccoli e grandi chef, in quanto è una componente essenziale della portata realizzata.

Oltretutto proporre un buon food design è anche un modo per far accrescere l’importanza del ristorante o della struttura in cui si lavora, i clienti, infatti, seppur inconsapevolmente, danno molta importanza a questa condizione.

Che cos’è il food design?

Come anticipato precedentemente il food design è alla base di portate uniche e ben realizzate. Oltretutto al giorno d’oggi ci sono moltissimi punti di ristorazione, per cui tutti gli chef cercano di migliorarsi sotto ogni punto di vista, uno tra questi è l’impiattamento.

Molti maestri di cucina non a caso con i loro piatti, molte volte anche portate molto semplici, riescono a realizzare delle vere e proprie opere d’arte.

Quando si compone un piatto, infatti, è possibile puntare e lavorare su molteplici aspetti quali; colori, tridimensionalità e forme. Per cui attraverso uno studio attento e delle buone conoscenze di base, è possibile realizzare dei piatti unici.

Clienti attenti alla bellezza del piatto

Non a caso il detto anche l’occhio vuole la sua parte, esplica perfettamente l’importanza dell’impiattamento. Quando si ordina una portata, infatti, ci si aspetta grandi cose per cui è bene non deludere le aspettative di chi mangia.

I clienti, ad oggi, sono sempre più attenti ai canoni di bellezza e al design delle cose, anche se si tratta di portate e ricette. Per cui è di fondamentale importanza fornire questa tipologia di servizio.


Errori da evitare

Come abbiamo visto in precedenza senza dubbio, alla base di un food design adeguato, vi sono delle buone conoscenze di base. Naturalmente, però, la teoria non basta. Uno degli errori da non commettere è sicuramente quello di considerare regole e canoni, in quanto spezzerebbero l’autenticità e l’originalità del piatto.

Caratteristiche da considerare

Una delle principali caratteristiche che deve possedere chi si occupa dell’impiattamento è la creatività. Quest’ultima insieme all’originalità vi permette di creare grandi cose e di dare libero spazio all’immaginazione.

Attraverso la creatività è possibile spaziare, non considerando più quindi canoni e regole, dando spazio quindi alla propria immaginazione.

In questo caso il food design diventa un qualcosa di molto personale, in quanto lo chef in questione decide a cosa dare maggior rilievo al momento dell’impiattamento. Per cui è una condizione che va definita in base alle proprie esigenze e necessità

 

Energy Cucine è il partner ideale per la progettazione del tuo locale.

 

Se hai in mente di aprire un locale scarica la GUIDA GRATUITA “Guida all’apertura del tuo Locale” pensata grazie al know how tecnico e all’esperienza sul campo di Energy

Share:

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su pinterest
Condividi su linkedin